PARFUMUL STRAZILOR
(il profumo delle strade)



E NOI SIÁM LAVORATORE


PEREGRINAZIONI LAGUNARIE

4 SOLDI

CUOR

DELIRIO A DUE

 
PARFUMUL STRAZILOR (Il profumo delle strade)
Piccolo Varietà dell'Est
DETTAGLI - FOTO - VIDEO - COLLABORATORI INDIETRO

“Non è che io lo faccia perché ho in testa qualche piano,
ma non so dar pugni in faccia da quando ero bambino. “
(Vladimir Vysotsky)
É uno spettacolo nato da uno strano intreccio di casualità e necessità: un Varietà per affrontare il Caos, il cannibalismo che ci abita. Mi sembra evidente che il modello del più forte non funzioni. Costruendo questo spettacolo, ho portato avanti un'esperimento: avvicinare ciò che è lontano, secondo un'idea di identità che non è classificazione, ma corpo mobile aperto al cambiamento, fondato sul rispetto. La conoscenza dal di dentro, sulla pelle, di una cultura diversa, col suo carico di segni e di immaginari, porta verso destinazioni ignote. L'immedesimazione, ovvero sostenere le ragioni degli altri come fossero proprie, è un processo che rasenta il magico. La trasformazione di una cosa in un'altra, che nasce dal contatto, dalla com-prensione, è un evento che mi affascina. Tutto nasce da un gesto aperto, gentile, curioso che fa fruttare qualcosa che vive, che crea passaggi in cui si infila la possibilità. Parfumul Strazilor è un Piccolo Varietà , contenitore tascabile di musica e teatro; un gioco poetico di trasformismo che guarda a Est dell'Adriatico, a Est di noi; verso una terra congelata fino all'altroieri, ed ora abbandonata da molti, diventati nostri nuovi concittadini; terra di culture straordinarie, di grandi letterature, di voci dissenzienti e resistenti. Il profumo delle strade è la canzone rumena che dà nome al mio bisogno di nomadismo, geografico, culturale ed esistenziale. [indietro]
PRIMA PAGINA - SPETTACOLI - SANDRA - AGENDA - AUDIO - CONTATTI - FRANÇAIS